in evidenza

Acciuga: una gattina FeLV che ce l’ha fatta

Non lasciar perdere, non disperare fin che c'e' un segno di vitalita', una piccola, seppure remota possibilita' di ripresa. Non cedere al canto delle sirene pietose del "non fatelo soffrire" e non accondiscendere a un approccio rinunciatario nelle cure.

La storia di Acciuga e’ quella di medici che hanno agito con competenza ed attenzione. E’ la storia di una gattina che non si e’ mai lasciata andare neppure nei momenti piu’ difficili di questa sua lunga malattia. E che ce l’ha fatta.

Diciamo subito che e’ una storia al limite per via di una gravissima infezione, per la sua positivita’ a FeLV, per la grave tricitopenia(1) e le complicanze che ha avuto(2).

La sua storia ci spinge a condividere con voi alcune considerazioni: augurandoci che possano essere utili nella cura dei vostri gatti.

A chi accompagna i gatti ai rifugi...

10/02/2015
L'altra sera e' arrivata qui una gattina sola soletta ...dentro un trasportino. Evidentemente si e' fatta accompagnare da qualcuno. Non e' la prima o il primo che decide di venire a vivere qui: c'e' stato Imbucato, Imbucatino, Gattino. Loro hanno deciso che questo posto gli piaceva tanto e non se ne sono piu' voluti andare. Avevano gironzolato un po' qui intorno, poi si sono fatti coraggio e hanno saltato la recinzione: ...e niente da fare. Avevi un bel dirgli che il mondo di fuori, magari un po' piu' pericoloso, era forse meglio che un rifugio pieno di gatti e con tanti FeLV.
Lei invece, che chiameremo EnneEnne, ci e' venuta in macchina, mica a piedi come tutti gli altri ...la signorina!

Quello che vorremo dire a chi accompagna i gatti al rifugio e' solo questo: chiedetegli le "generalita'"... quanti anni hanno, se hanno delle malattie, se hanno subito degli interventi ...da dove arrivano.
Se no, sembra davvero la "rota degli esposti" che c'era nei conventi, dove nel Medioevo la gente depositava i bambini non voluti... Ma anche in quelle c'era una buca per lasciare un biglietto o un'offerta per le prime cure....

Compromessi nel lavoro con i gatti

02/02/2015
Occuparsi di gatti in un rifugio significa dover prendere atto di “stati di necessita’” e quindi cercare di fare il meglio nelle condizioni date. In altre parole: scendere a dei compromessi.

Una delle questioni piu’ sentite e’ quella della convivenza tra gatti sani e gatti FIV o FeLV positivi. Sappiamo che si tratta di malattie trasmissibili, che per il FIV non c’e’ vaccino e che per il FeLV, il virus più pericoloso, quelli esistenti non sono la soluzione. Di qui l’indicazione di evitare la convivenza (sopratutto per quanto riguarda gatti FeLV e sani). Ma quando la possibilita’ di separazione non c’e’? …di solito si comincia il giro delle telefonate per cercare la persona o il rifugio che possa accogliere il micio FeLV positivo. Sono colloqui spiacevoli per chi si trova a dover chiedere e per chi si trova spesso a dover dire di no… Continua...

Reazione avversa ad un vaccino...

25/01/2015
...in effetti sembrava proprio cosi' ed anche piuttosto grave. Ma leggete tutta la storia che, oltre al lieto fine, e' anche "istruttiva"... ;-)

Comincia come al solito con una chiamata per un gatto trovato in giardino che questa persona non puo' tenere (e a ragione visto che ha quattro cani). Poiche' non sempre si tratta di abbandono, gli dico di mettere i biglietti in giro nel raggio di almeno un km, e che lo porti al CVT di Rivoli, nostra clinica convenzionata. Se nell'arco di qualche giorno non si fosse fatto vivo nessuno sarebbe venuto al rifugio. Continua...

Liberatori? ...

30/12/2014
E' notizia dell'altro giorno di una protesta animalista contro un circo di Macerata nel quale, secondo le ricostruzioni dei giornali, sono state forzate le gabbie da cui sono usciti diversi animali: tutti ricatturati eccetto un rinoceronte finito investito e ucciso da un auto il cui conducente e' rimasto lievemente ferito. Continua...

Vegan pentiti? Qualche considerazione

10/12/2014
Un articolo del Corriere del 8/12 a firma di A. Sala, riporta un'indagine effettuata dal Human Research Council sulla "stabilita'" della scelta veg: in particolare si evidenzia come solo uno su cinque mantiene la propria scelta nel tempo. Continua...

"Vaccino, sono 11 le morti sospette"

01/12/2014
Il titolo lo prendiamo a prestito dall'edizione online del Corriere del 29/11 ma quelli degli altri giornali non sono molto diversi. Si tratta di persone ultrasettantenni (92, 77, 87, una di 68, ecc) che sono decedute nelle 48 ore susseguenti alla somministrazione del vaccino antiinfluenzale "Fluad" in uso da oltre 10 anni (dato non irrelevante nel caso di una sospetta reazione avversa ad un farmaco). Continua...

8 morti umani nelle sterilizzazioni: e nei gatti?...

11/11/2014
E' notizia di oggi. In India 8 donne sono morte e altre 20 versano in gravi condizioni a seguito di interventi di sterilizzazione. Interventi che fanno parte di un piano governativo di controllo delle nascite. E' facile prevedere che queste morti saranno da imputare ad errori e imperizia dei medici e/o scarse condizioni igieniche e di sterilita' di sale e strumenti chirurgici. Continua...

Linee guida AAFP per la vaccinazione del gatto

Cosa sono e come "funzionano" i vaccini; le ragioni per vaccinare e la valutazione del rischio/beneficio; le linee guida per la vaccinazione dei gatti di casa e nei gattili.
In questo articolo, tratto da una recente pubblicazione curata dal dott. Stefano Bo per Vetpedia, potrete trovare tutte le informazioni essenziali su questo argomento molto importante per la salute dei gattiContinua...

1/10/2014

Adozioni

Links

Vai alla pagina della rivista